logo

Overbooking



L'overbooking, o negato imbarco, è un eccesso di prenotazioni accettate da parte della compagnia rispetto alle effettive dimensioni del velivolo. L'overbooking deriva dalla necessità di una compagnia aerea di trarre il massimo profitto possibile da ogni singolo volo. La stessa pratica è applicata in numerosi altri contesti, per esempio quello alberghiero, dove c’è concreta probabilità che qualche cliente cancelli all’ultimo una prenotazione, rinunciando al servizio che aveva richiesto, e quindi si accettano le prenotazioni di più persone rispetto a quelle che si possono davvero ospitare o far viaggiare. Le compagnie aree sono obbligate a chiedere ai propri passeggeri di rinunciare al volo volontariamente in cambio di un rimborso completo o un re-imbarco. In caso di re-imbarco la compagnia è tenuta a offrire assistenza al passeggero che può includere vitto e alloggio per una o più notti, trasporto per e da il luogo di sistemazione, telefonate ed email. Se il passeggero rifiuta di rinunciare al proprio volo e viene negato l'imbarco da parte della compagnia, il viaggiatore ha immediatamente diritto al risarcimento di una somma compresa tra € 250,00 e € 600,00 , oltre al rimborso totale del biglietto!

0

8 milioni di persone viaggiano nel mondo ogni giorno

0

Più di 13.000 voli in ritardo nel mondo ogni giorno

0

Più di 900 voli cancellati nel mondo ogni giorno

0

Bagagli danneggiati

TUTELIAMO I TUOI DIRITTI QUANDO VIAGGI

Travel Help

Invia la tua segnalazione a Travel Help . È facile e veloce. Travel Help valuterà se hai diritto al rimborso.